SAPERE SOGNARE: IL CINEMA DI MAURIZIO NICHETTI

In occasione dell’uscita di Gamedrome – Cinema & videogame in 100 film e oltre – terzo volume della collana Bizzarro Magazine – Laboratorio Bizzarro ha organizzato una doppia rassegna presso il Cinema Trevi di Roma, dedicata al cinema videoludico italiano e internazionale e al cinema di Maurizio Nichetti. Quattro giornate di incontri e proiezioni, rigorosamente in pellicola, che hanno visto come ospite d’eccezione proprio Maurizio Nichetti, autore della prefazione di Gamedrome: il regista è stato presente in sala il 10 gennaio per incontrare il pubblico e parlare del suo cinema.

PROGRAMMA DELLE RASSEGNE

Rassegna “Gamedrome. Il cinema videoludico” 7-8 gennaio
«Quello tra film e videogame è un matrimonio piuttosto prolifico. Ma il rapporto tra questi due media può essere definito un genere? […] Percorrere la storia di questo rapporto equivale a incrociare interessanti spaccati di settima arte, che raccontano meglio di mille saggi la metamorfosi moderna del cinema, la sua capacità di ibridarsi e, in generale, la sua profonda postmodernità» (Davide Pessach da Bizzarro Magazine Vol. 3 – Gamedrome, curato da Davide Pessach in collaborazione con Daniele “Danno” Silipo).

Martedì 7
ore 17.00 Tutti gli uomini del deficiente di Paolo Costella (1999, 112’)
ore 19.00 Brainstorm di Douglas Trumbull (1983, 106’)
ore 21.00 Nirvana di Gabriele Salvatores (1997, 115’)

Mercoledì 8
ore 17.00 Quattro bravi ragazzi di Claudio Camarca (1993, 94’)
ore 19.00 Videodrome di David Cronenberg (1983, 81’)
ore 21.00 Incontro con Daniele Silipo e Alessandra Sciamanna, curatori della collana Bizzarro Magazine. Nel corso dell’incontro verrà presentato Bizzarro Magazine Vol. 3 – Gamedrome (Laboratorio Bizzarro edizioni, 2013).
a seguire Giochi stellari di Nick Castle (Usa, 1984, 101’)

Rassegna “Sapere sognare. Il cinema di Maurizio Nichetti” 9-10 gennaio
Probabilmente l’unico autore italiano multimediale, Maurizio Nichetti ha spaziato in qualunque territorio dell’audiovisivo, e non solo: regista, mimo, creatore di spot pubblicitari, direttore di opere liriche, corpo comico e surreale tra un Chaplin e un Keaton postmoderni, Nichetti ha sempre riflettuto sul medium con la lirica innocenza di un Georges Méliès.

Giovedì 9
ore 17.00 Ratataplan di Maurizio Nichetti (1979, 97’)
ore 19.00 Ho fatto splash di Maurizio Nichetti (1980, 98’)
ore 21.00 Ladri di saponette di Maurizio Nichetti (1989, 85’)

Venerdì 10
ore 17.00 Volere volare di Maurizio Nichetti (1991, 95’)
ore 19.00 Stefano Quantestorie di Maurizio Nichetti (1993, 86’)
ore 21.00 Incontro con Maurizio Nichetti. Modera l’evento Flavio De Bernardinis.
a seguire Luna e l’altra di Maurizio Nichetti (1996, 93’)

Portfolio